giovedì 10 febbraio 2011

Capelli anni ’80: ecco un look perfetto per Carnevale!

Se Carnevale è la festa più pazza e colorata dell’anno il modo migliore per festeggiarla è con un look altrettanto eccentrico: perché non puntare sulla moda anni 80, che è estremamente trendy in questo periodo? 

Capelli cotonati o a frisè, make up stravagante e accessori rock: basta poco per ottenere un costume di Carnevale perfetto! Ma andiamo con ordine. 

Le acconciature anni 80 sono all’insegna del maxi volume: l’ideale sono i capelli lunghi, se avete capelli corti o troppo fini potete sempre acquistare delle parrucche capelli che renderanno ancora più carnevalesco il vostro travestimento. 

L’icona alla quale vi consigliamo di ispirarvi, ovviamente, è Madonna, che negli anni 80 sfoggiava un look provocante e alternativo: per riprodurre la sua capigliatura passate la spuma tra i capelli e poi asciugate a testa in giù col diffusore. Fate a frisè alcune ciocche e lasciatele spiovere in avanti: procuratevi un grosso fiocco nero e raccogliete i capelli in un’acconciatura alta e scomposta. 



Se invece preferite i capelli sciolti ispiratevi alla protagonista di Grease, Sandy Olsson (la bellissima Olivia Newton John): anche se il musical è ambientato negli anni ’60, sul finale l’attrice sfoggia un look assolutamente anni 80. 

Capelli ricci e gonfi, pantaloni ultra slim in pelle nera, maglietta scollata e cinturone: un travestimento semplicissimo e molto sensuale. Se poi siete provviste di cavaliere, non potete che presentarvi accompagnate dal vostro Danny Zucco: che punterà, invece, su un’acconciatura uomo anni ’50 ispirata a John Travolta. 

Quanto al trucco vi consigliamo smokey eyes e rossetto rigorosamente rosso: calcate la mano e, se avete voglia di osare, sì al make up colorato e sopra le righe! 

Per la scelta degli accessori, infine, potete dare spazio alla fantasia: dai bracciali massicci agli orecchini evidenti, dai cerchietti stravaganti agli occhiali da diva. Fuseaux, guantini neri, gilet pailettati… la parola d’ordine è sbizzarrirsi! 


Nessun commento:

Posta un commento

Leggi anche...